Scopri tutte le proprietà del kiwi bio

Antiossidanti, perché fanno bene al cuore?

January 28th at 12:00am
Share

Gli antiossidanti sono i paladini nella lotta ai radicali liberi. In particolare gli antiossidanti della frutta, come gli antociani, fanno da vero e proprio scudo al cuore.

Antiossidanti della frutta: quali benefici e quale frutta

La frutta e la verdura sono naturalmente ricche di antiossidanti, i cui effetti prevengono e migliorano la salute delle cellule. Tra la frutta maggiormente presente nelle tavole degli italiani, come la mela, la pera, la banana e il kiwi, spiccano per gli alti livelli di antiossidanti mela e kiwi.

La mela

Le mele sono ricche di flavonoidi e quercitina, antiossidanti che agiscono preventivamente sulla formazione di placche nelle arterie e inibiscono l'ossidazione del colesterolo cattivo. La pectina contenuta nelle mele abbassa i livelli del colesterolo nel sangue.

Un recente studio pubblicato sul British Medical Journal, da un gruppo di ricercatori dell'Università di Oxford, stima i benefici di due approcci alla protezione del cuore: mangiare ogni giorno una mela protegge la salute di cuore e arterie tanto quanto assumere quotidianamente statine, i farmaci più utilizzati per ridurre il rischio cardiovascolare.

Il kiwi

Il kiwi ha forti proprietà antiossidanti: grazie all'alto contenuto di Vitamina C, insieme alla Vitamina E, potassio e ai polifenoli mantiene la salute cardiovascolare. Inoltre, la ricchezza di Vitamina C unita a componenti fenolici e carotenoidi, rende il kiwi una garanzia per la buona salute: il kiwi riesce infatti a proteggere le cellule del corpo dai danni ossidativi - causati dai radicali liberi - riducendo le probabilità di contrarre infiammazioni e malattie.

In ogni caso, è sempre vera la regola del 5

"Almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno" è quanto consigliano gli esperti in nutrizione per garantirsi il giusto apporto di fibre, antiossidanti, vitamine e steroli vegetali che proteggono il cuore. In questo modo glicemia, colesterolo cattivo e stress ossidativo rimangono sotto controllo.