Spedizioni gratis a partire da 25€ - spedizione 24/48h
Carrello 0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Chi ha più potassio, banana o kiwi?

12/04/2019

L'ISS pone fine a questa bufala: le banane non sono il cibo più ricco di potassio.

Infatti quasi tutti gli alimenti contengono potassio, in particolare i cibi di origine vegetale presentano livelli di questo minerale ben superiori rispetto la banana!


Perché è importante sapere dove si trova e perché consumare cibi ricchi di potassio? 


Il potassio è un minerale fondamentale per il nostro corpo: come sanno bene gli sportivi, uno scompenso dà debolezza muscolare, mentre una troppo alta concentrazione è causa di crampi muscolari. Oltre ad occuparsi della contrazione muscolare, il potassio ha un peso anche sul ritmo cardiaco

L'OMS consiglia un'assunzione quotidiana di circa 3,5 grammi di potassio. Come individuare subito gli alimenti che ci possono fornire le giuste quantità?


Chi ha più potassio?


Se ti stai chiedendo qual'è la frutta che contiene potassio, la risposta è semplice: tutta la frutta fresca è una importante miniera di potassio. Ora che abbiamo scalzato la banana dal primo posto, vediamo come si compone il podio dei vincitori:
 
  1. AVOCADO     450 mg/100g
  2. KIWI               400 mg/100g
  3. RIBES            370 mg/100g
 
E la banana, con 350 mg/100g di sola polpa, finisce fuori dai mitici 3 frutti più ricchi di potassio,  accompagnandosi a melone e albicocche.

Altri cibi che contengono potassio da non sottovalutare: la frutta secca, la verdura come patate, spinaci, finocchi e ancor più i legumi, in particolare fagioli, lenticchie  e ceci.

​​​​​​​Vedi? Per farti una buona carica di potassio hai solo l'imbarazzo della scelta. 
#kiwi #potassio

Dai nuova vita alla tua email

Rinfresca la tua casella di posta: falla diventare biologica e sostenibile. Come? Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere una volta al mese un paio di consigli per adottare uno stile di vita a basso impatto ambientale.


Vuoi sapere cosa inviamo? Guarda qui!